Libro 2017

IL QUADERNO NASCOSTO

di CARLO COLASANTI

Copertina del libro

Luglio 2003, un bambino abbandonato viene trovato a Montalto Marina in un cassonetto dell’immondizia. Pina, un’attempata Gattara che vive sola, sente i suoi lamenti e con l’aiuto di Egidio, un suo vicino di casa, riesce a salvarlo. È amore a prima vista. La donna chiama il trovatello Arturo e vorrebbe tenerlo con sé ma Egidio non la pensa alla stessa maniera. Nello stesso mese, poco distante da lì, nascono altri tre bambini: Serena, desiderata ardentemente da sua madre Gianna che le prova tutte per averla. A differenza di Arturo che non ha un padre che lo reclama, Serena ne avrà uno di troppo. Sofia e Francesco invece vengono al mondo per unire i propri genitori. Ma, come alcune volte accade, la loro venuta metterà a dura prova i due rapporti. Il romanzo, in un crescendo narrativo, ricco di emozioni, colpi di scena e tocchi di noir cattura il lettore senza lasciargli scampo e lo induce a riflettere sulla natura dei sentimenti e non solo dell’amore, ma sul valore del rispetto per la vita.

L'AUTORE

Carlo Colasanti è abituato a vedere le sue opere premiate, infatti prima di veder scelto "Il quaderno nascosto" come libro LCE 2017, ha vinto con "Il dittattore" il premio letterario "Un libro nel cassetto 2011", e con "Un insolita fortuna" è arrivato 2° all'edizione del 2010, ed è stato libro del mese di Gennaio 2013 di EZ Rome. Inoltre è stato più volte finalista nel concorso IO SCRITTORE con altre sue opere ancora inedite. Stilisticamente la sua è una scrittura asciutta ed essenziale. Descrive la nostra società alternando ironia e amarezza. Il lettore quando inizia a leggere un suo romanzo sente la necessità quasi fisica di continuare a leggere, di vedere come va a finire la storia e quando questo accade sente immediatamente la mancanza dei personaggi che l'hanno vissuta. Per noi Carlo Colasanti è un grande autore che merita grandi palcoscenici.

LA CRITICA

Il romanzo è stato nominato libro del mese di febbraio da EZRome magazine, qui di seguito il commento della giornalista Donata Zocche.

Il quaderno nascosto svela i lati più oscuri e sorprendenti delle relazioni umane. Accattivante e senza pudore rompe anche l’ultimo dei tabù: il rapporto genitori-figli. Una scrittura a tinte forti, una storia che lascia senza fiato.
Donata Zocche
EZRome magazine

Un romanzo in grado di calamitare il lettore nelle sue pagine. Ricco di emozioni, colpi di scena, ritratti grotteschi, un mix di cultura popolare che si confonde con le leggende metropolitane, fino a sfiorare l'attuale cronaca.
Luca Malgeri
Luxuring


 

Informativa sui cookie
Privacy
c.f. 97789870587

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo