STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE LEGGERE CONVIENE

DENOMINAZIONE
Art. 1
È costituita l’Associazione LEGGERE CONVIENE EDIZIONI (elleciedizioni o LCE).

SEDE
Essa ha sede in Roma, via Capitan Casella 37. Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria.
L’Associazione è tenuta a comunicare tempestivamente qualsiasi trasferimento di sede agli enti gestori di pubblici Albi o Registri nei quali è iscritta. L’Associazione ha facoltà, qualora se ne ravvisi la necessità, di istituire sedi secondarie, succursali, uffici, sia permanenti che temporanei per la migliore organizzazione delle attività sul territorio e per la raccolta delle domande di adesione alle singole iniziative, o sezioni autonome dal punto di vista patrimoniale, organizzativo ed economico.

Art. 2
L’Associazione ha lo scopo di:
a) promuovere la cultura, dell’arte e della letteratura, in particolare attraverso la distribuzione, la vendita e la promozione di libri, principalmente di autori esordienti;
b) operare per il riconoscimento e la valorizzazione dell’attività professionale degli autori;
c) pubblicare libri e riviste, realizzare stampe; d) organizzare manifestazioni culturali, congressi, presentazioni di opere letterarie e/o tecniche;
e) promuovere lo studio e l’attuazione di tutte quelle iniziative che comunque possono essere di utilità alla categoria e ai soci;
f) promuovere i contatti con organizzazioni nazionali e internazionali;
g) rappresentare, tutelare e assistere la categoria e i singoli soci nei rapporti con le naturali controparti, nelle pubbliche relazioni interne e internazionali, nei rapporti con i pubblici poteri, nelle relazioni con altri enti o persone;
h) tutelare i soci nei loro interessi economici, giuridici, fiscali e sindacali e informarli delle norme e di ogni altra notizia utile alla categoria e ai soci;
i) promuovere e realizzare ogni altra attività correlata alle precedenti, che possa risultare utile al conseguimento dello scopo sociale, e favorire quindi la diffusione di opere letterarie, principalmente di autori esordienti.

Art. 3
La durata dell’Associazione è illimitata.

SOCI 
Art. 4
Possono essere Soci dell’associazione tutti i cittadini che ne condividono le finalità.
Tutti i soci sono eleggibili alle cariche sociali purché:
• abbiano raggiunto la maggiore età;
• non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori a un anno, ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore a un anno;
• abbiano un adeguato livello professionale avendo all’attivo la pubblicazione di libri, riviste e/o stampe o comunque abbiano dimostrato un grande interesse verso la cultura e si impegnino a sostenere in modo assiduo l’associazione sia con un contributo economico che con prestazioni lavorative al fine di consentire il raggiungimento delle attività statutarie.

Art. 5
Le richieste di ammissione devono essere presentate su modulo a ciò predisposto.
Le domande di ammissione vanno presentate per iscritto al Presidente dell’Associazione che valuta in merito all’accettazione o meno di tale domanda. L’accettazione della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva il Comitato Direttivo. In caso di domanda di ammissione a socio presentate da minorenni le stesse dovranno essere controfirmate dall’esercente la potestà parentale. Il genitore che sottoscrive la domanda rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e risponde verso la stessa per tutte le obbligazioni dell’associato minorenne.

Art. 6
I Soci sono tenuti:
• al pagamento della quota associativa deliberata annualmente dal Comitato direttivo;
• all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi sociali.
I Soci potranno essere tenuti al versamento di fondi a titolo di finanziamento, a titolo oneroso o gratuito, con o senza obbligo di rimborso, sulla base di specifiche delibere assembleari. La quota associativa deve essere versata al momento dell’ammissione che può avvenire in qualunque momento dell’anno e l’iscrizione ha validità fino al termine dell’anno solare relativo.

Per i soci già iscritti la quota associativa dovrà essere tassativamente rinnovata entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di scadenza pena la decadenza dell’iscrizione e di tutte le eventuali agevolazioni.

Art. 7
La qualità di socio si perde per dimissioni e per esclusione. Ogni socio è libero di recedere dall’Associazione in qualsiasi momento, comunicando per iscritto le sue dimissioni al Consiglio Direttivo. Le dimissioni hanno effetto immediato, salvo l’obbligo del versamento delle quote sociali ancora dovute fino al momento della presentazione delle dimissioni. La qualità di socio si perde, infine, per esclusione deliberata dal Consiglio Direttivo, quando si ravvisi un comportamento del socio che sia contrario agli scopi e allo spirito dell’Associazione o, comunque, all’etica professionale. Il Comitato Direttivo si riserva, altresì, di escludere dal sito e/o comunque di non pubblicare in altro modo, in forma digitale o stampata, qualunque immagine e/o scritto che leda la dignità della persona e del comune sentire o che sia stata prodotta, copiando, plagiando o comunque ledendo i diritti d’autore di terzi. Il socio recedente o escluso non ha diritto alla restituzione delle quote versate.

REGOLAMENTO
Art. 8
All’atto dell’iscrizione (per i nuovi soci) ovvero all’atto del rinnovo della quota, i soci sottoscrivono e accettano il “Regolamento” che verrà approvato dall’Assemblea successivamente alla costituzione e successivamente aggiornato.
Questo regolamento dovrà contenere le regole di etica e condotta professionale a cui i singoli soci che vorranno pubblicare propri lavori dovranno attenersi.
Tale regolamento verrà pubblicato e diffuso dall’Associazione affinché tutti i suoi membri vi si adeguino nell’esercizio della propria attività.

PATRIMONIO
Art. 9
Il Patrimonio dell’Associazione è costituito da:
a) quote annuali dei soci;
b) versamenti volontari dei soci e di terzi, ivi compresi eventuali contributi di Enti Pubblici o soggetti privati.
L’esercizio finanziario si chiude il 31 dicembre di ogni anno. Alla fine di ogni esercizio, verranno predisposti dal Consiglio Direttivo il rendiconto consuntivo e quello previsionale.

ASSEMBLEA
Art. 10
L’Assemblea si riunisce almeno una volta all’anno, su convocazione del Consiglio Direttivo, entro la fine del mese di maggio, con comunicazione scritta (anche a mezzo email) a tutti i soci almeno quindici giorni prima, per l’approvazione del rendiconto consuntivo e di quello previsionale e per la eventuale nomina delle cariche sociali in scadenza. L’Assemblea delibera, inoltre, sulle altre questioni indicate nell’ordine del giorno su iniziativa del Consiglio Direttivo o richieste anche da singoli soci effettivi, con comunicazione effettuata al Presidente almeno cinque giorni prima della data fissata per l’Assemblea.
In caso di proposta di modificazione statutaria, l’avviso di convocazione deve essere mandato almeno dieci giorni prima dell’Assemblea e deve contenere il testo della modifica richiesta. L’Assemblea si riunisce altresì ogniqualvolta il Consiglio Direttivo, a maggioranza, ne decida la convocazione ovvero un quinto dei soci effettivi ne faccia richiesta. In questo ultimo caso il Consiglio Direttivo dovrà convocare l’Assemblea entro un mese dalla richiesta, la quale dovrà contenere l’indicazione delle questioni da porre all’ordine del giorno.
L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno un terzo dei soci con diritto di voto. In seconda convocazione, da tenersi entro dieci giorni dalla data di convocazione della prima, l’Assemblea, è validamente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti.
Le deliberazioni dell’Assemblea, salvo i casi di seguito indicati, sono prese a maggioranza dei presenti.
Per le modifiche dello Statuto è necessaria la presenza di un quarto dei soci con diritto di voto presenti o collegati in videoconferenza e il voto favorevole di almeno i due terzi dei presenti. Il voto espresso attraverso posta elettronica è valido.
Si considerano presenti a tutti gli effetti anche i soci collegati a mezzo video conferenza con il luogo ove è convocata l’Assemblea: tale facoltà deve essere indicata nell’avviso di convocazione dell’Assemblea.
Le votazioni hanno luogo per alzata di mano e attraverso posta elettronica. Su richiesta di un quinto dei votanti la votazione può avvenire a scrutinio segreto, salvo che vi siano soci collegati in video conferenza, nel qual caso il voto dovrà avvenire solo in modo palese in sala e attraverso posta elettronica.
Ogni socio effettivo in regola con le quote sociali ha diritto a un voto. Il socio può farsi rappresentare nell’Assemblea solo da altro socio effettivo. La delega non può essere conferita a chi ricopre cariche sociali, e la stessa persona non può rappresentare più di cinque soci.

Art. 11
L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo o, in sua assenza, dal Vicepresidente, dal Segretario o da un Consigliere designato.
Le deliberazioni dell’Assemblea sono riportate in apposito verbale e sono comunicate ai soci.

CONSIGLIO DIRETTIVO
Art. 12
L’Associazione è retta da un Consiglio Direttivo, composto da un numero da tre a cinque Consiglieri, che durano in carica tre anni. Il Presidente del Consiglio Direttivo viene scelto dal Consiglio tra i propri membri, così come il tesoriere a cui spetta la responsabilità della gestione del patrimonio dell’Associazione.
Al Presidente e al Tesoriere spetta la responsabilità della rappresentanza legale dell’Associazione.
Il Consiglio Direttivo potrà delegare specifici poteri a altri Consiglieri. In particolare, potranno essere nominati un Segretario con specifici compiti di amministrazione dell’Associazione di volta in volta indicati nella delibera di nomina, quali, ad esempio, la tenuta dei libri dei verbali dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Il Direttivo può decidere di designare un Vicepresidente con l’assegnazione di deleghe specifiche. I membri del Consiglio Direttivo possono essere rieletti.

Art. 13
Il Consiglio si riunisce, senza formalità di convocazione, anche in video conferenza, tutte le volte che il Presidente lo richieda, per sua iniziativa o su richiesta di uno o più Consiglieri. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono presiedute dal Presidente; in sua assenza dal Vicepresidente, dal Segretario o da un Consigliere designato.
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono validamente costituite con la presenza della maggioranza dei componenti, e per la validità delle deliberazioni è necessario il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità, diviene determinante il voto del Presidente.
Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono riportate in apposito verbale.
Al Consiglio Direttivo possono essere invitati, per essere sentiti, i consulenti economici, legali, fiscali e di altre specialità. Dopo tre assenze ingiustificate consecutive di un Consigliere, il Consiglio Direttivo ne può pronunciare la decadenza della carica.

Art. 14
Le candidature a Consigliere sono individuali e possono essere presentate fino all’Assemblea da tutti i soci che possiedano le caratteristiche di cui all’art.4.
Non possono, inoltre, presentarsi come canditati coloro che non siano soci da almeno sei mesi ad eccezione di casi specifici in cui le qualità e competenze del/dei candidati siano ritenute prevalenti alla loro precedente iscrizione dalla maggioranza del Direttivo uscente.
Qualora si verificassero delle situazioni particolari, quali rischio di decadenza del consiglio stesso per mancanza di numero legale o necessità di implementare il numero dei componenti per onerosità operativa, il Consiglio Direttivo ha facoltà di proporre ed eleggere al suo interno un nuovo consigliere durante il triennio del mandato.

SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
Art. 15
In caso di scioglimento dell’Associazione, l’Assemblea nominerà uno o più liquidatori e stabilirà la destinazione dell’eventuale attivo residuato dalla liquidazione, che dovrà essere devoluto ad altra Associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.

Art. 16
Per quanto non previsto dal presente Statuto si fa riferimento alla legge italiana.


 

Informativa sui cookie
Privacy
Statuto
c.f. 97789870587
p.iva 14571881003

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo